Ti possiamo aiutare?
Clicca per altri prodotti.
Non è stato trovato nessun prodotto.
Cerca nel blog
Articoli recenti

Siamo in 2 e piove

Pubblicato3 Settimane fa
Preferiti0

Ve lo abbiamo già detto che è Settembre?
Pare nel post scorso, è vero?
Ma ve ne sarete resi conto anche da soli.
Iniziano le giornate piovose e noi vi proponiamo un rimedio.


In effetti proprio il weekend scorso è piovuto.
Un weekend uggioso. Vada per il sabato, ma magari la domenica non vi va voglia di uscire di casa.
eppure avrete voglia di giocare a qualcosa.
Ecco che arriviamo noi con i giochi per due giocatori.

Giochi per due giocatori: un tema consunto?

La risposta a bruciapelo è sì. Sfogliando internet non c’è conte creator che non abbia un video od un articolo su: “I migliori giochi per 2 giocatori”.
La questione è che escono tanti giochi quanti i modelli di autocertificazioni durante il lockdown.
Ecco che appena il postino vi recapita il vostro ordine su Get Your Fun, già la sezione pre-ordini e novità ha un nuovo gioco.
In questo articolo pertanto, anche per non peccare di presunzione, non elencheremo i migliori giochi per 2 giocatori.
Cercheremo di consigliare quei giochi che nelle varie guide, o perché datate o perché…boh… non trovate.
Come in genere si fa, sono esclusi dalla shortlist tutti quei giochi non esclusivamente per due giocatori, ma che comunque scalerebbero per questo numero di persone.
Perché? Sarebbe troppo dispersivo.

7-wonders-duel

Oltre i grandi classici

In effetti, quando si pensa ai giochi da tavolo per due giocatori, ci sono delle pietre miliari che non si possono non conoscere.
Targi, a detta di molti, è stato a lungo uno dei migliori giochi da tavolo per 2 giocatori.
Aveva un unico difetto: era introvabile. L’espansione, inoltre, non è stata mai localizzata in italiana.
Se invece cercate un gioco di carte, per 2 giocatori Jaipur è sicuramente il gioco che fa per voi.
Veloce, sia nel gioco che nel setup, poco posto a scaffale e costo a partita, vista la longevità, basso.
Poi, va beh, c’è 7 Wonders Duel, che “ve lo dico a fa”.
Torniamo invece sulla traccia che ci eravamo dati, dopo un piccolo inciso su questi mostri sacri “di medio peso e introduttivi” per il gioco a due giocatori.

imperial-struggle

Le grandi battaglie possono occupare un pomeriggio…

Già, perché sulla scatola è riportato 180 minuti, ma fra una cosa e l’altra e pausa tecniche, Imperial Struggle potrebbe essere il gioco che vi impegna, e risolve, il pomeriggio.
Un grande classico della GMT, in Italia con Asmodee, ci porta a vivere un passaggio cruciale della Storia del 600.
Un giocatore governa la Gran Bretagna, l’altro la Francia.
Le vicissitudini iniziano con la crisi di successione spagnola e coprono 100 anni di storia.
Una mappa, come le possibilità proposte, davvero immensa che copre tutte le aree geografiche dove i due imperi avevano colonie.
Sicuramente un titolo per appassionati di wargame, o comunque di storia, che abbiano una certa familiarità con i giochi da tavolo, vista la complessità.
Un pomeriggio uggioso potrebbe essere anche l’occasione per mettersi con calma anche per fare il passaggio da “giocatori occasionali” a “gamer”.

300-terra-acqua

…ma anche meno

Se siete sempre orientati al wargaming, ma volete qualcosa di più snello, ce lo abbiamo.
Basta portare la nostra macchina del tempo al 500 a.C saremo nel campo di battaglia che vide la Persia fronteggiare i Greci.
Da una parte quindi l’orda persiana, dall’altra greci più addestrati. Tutti ricorderanno la famosa battaglia delle Termopili, che in qualche modo dà il nome al gioco e che troviamo all’interno di questo pacchetto.
Il gioco in questione è infatti 300: Terra e Acqua, uno strategico con una meccanica card driven, con l’obiettivo di controllare più città dell’avversario.
Tabellone e meccaniche più semplici rispetto ad Imperial Struggle, che riducono drasticamente il tempo di gioco, qui 30 minuti, e la complessità generale (un peso stimato su BGG di 2.2).

two-rooms

Un gioco davvero recente

Abbandonando i war game, passiamo a un collaborativo.
generalmente i collaborativi non hanno un numero ben definito di giocatori e molti di questi si possono giocare anche in solitario.
Two Rooms, già proposto quando si parlava di novità e ora finalmente a scaffale, è invece un cooperativo proprio pensato per 2 giocatori.
Una delle sue caratteristiche è l’immediatezza: un setup quasi nullo e semplici regole.
Nina va in montagna nella casa degli zii, per una vacanza con gli amici.
Atmosfera strana, quasi alla Twin Peaks, con un’entità maligna Harman, che ha sedotto alcuni personaggi e uno scantinato con due porte, una rossa e una blu.
Nel gioco le due porte sono il fondo della scatola, parte integrante del gioco.
Durante la partita non si può parlare e nel turno del vostro compagno avete gli occhi chiusi.
Quando gli aprite, in base a cosa è successo, dovete capire che carte sono state giocate e che effetti sono stati attivati.
A quel punto si gioca di conseguenza.

jekyll-vs-hyde

Qualcos'altro un po' noir

Ne parlammo quando facemmo una carrellata sui giochi a tema Londra.
Tra l’altro molti dei giochi ambientati nella capitale inglesi potremmo riproporli anche oggi, visto che c’è una diversa raccolta di giochi come Mr. Jack per due giocatori.
Presentiamo invece Jekyll vs Hyde, un gioco di carte uscito da qualche mese.
Un giocatore impersona Jekyll, un altro Hyde. In realtà, come ben sapete, sono alla fine la stessa persona.
L’importante è che alle fine della partita il lato razionale del dr. Jekyll sia riuscito a contenere quello bestiale e criminale di Mr. Hyde.
La ricerca dell’equilibrio si trova proprio all’interno di ogni singolo round.
Jekyll tenterà infatti quando più possibile di avere lo stesso numero di prese dell’avversario, mentre Hyde cercherà di evitare che ciò accada (non importa sia lui il giocatore con più prese, l’importante è che non si trovi l’equilibrio).
Interessante proprio questa meccanica che regola le prese.
Ambientazione un po’ rada, forse richiamata più che altro dalle carte speciali.

espresso-doppio

Un caffè, anzi doppio, distensivo

Al Play tutti quelli che vedevano Espresso Doppio si fermavano.
Siamo abituati a meeple, dadi e anche sulle miniature, tante ne abbiamo viste, siamo diventati supercritici.
Espresso Doppio ha un runner, tipo quelli da mettere sul tavolo, e tre servizi da caffè.
Non di plastica o cartone: reali.
Il runner è la plancia di gioco ed ha cinque spazi. Ogni spazio può contenere quanti elementi volete, ma non due dello stesso tipo (ad esempio due cucchiaini).
Ogni giocatore ha delle carte obiettivo, dei pattern, da rispettare. Pensate a loro come alle comande di qualche capriccioso cliente.
Nel vostro turno dovrete muovere “i pezzi” al fine di soddisfare l’ordine richiesto.
Semplice e profondo

lawyer-up

Se poi avete voglia di discutere…

Un titolo avevamo promosso tempo addietro, come battuta per San Valentino.
Lawyer Up è un gioco di carte che simula le dinamiche di un’aula di tribunale.
A colpi di accuse e difese, in un modello giuridico tipicamente americano, dovrete portare dalla vostra parte i giurati.
Il gioco contiene alcuni casi da dibattere, con diverse storie e “attori” della vicenda dibattuta.
Comunque non siamo di fronte ad un escape room o ad un gioco investigativo, ma ogni caso è rigiocabile senza problemi.
Può solo accadere che dopo un po’ vogliate provare qualche nuovo processo.
Ecco fatto che sono a disposizione due espansioni: Caccia alle Streghe e Il Padrino.
Avete bisogno di lumi sull’ambientazione?
 


Finisce così il nostro articolo che speriamo vi aiuti a giocare in qualche pomeriggio piovoso, dove non avete voglia di uscire per incontrare gli amici.
Un articolo, tuttavia, che presuppone che in casa siate in 2. E per chi è da solo?
Verremmo anche in loro soccorso.

 

Lascia un commento
Lascia un commento

Menu

Impostazioni

Crea un account gratuito per salvare prodotti preferiti.

Accedi

Crea un account gratuito per aggiungere alla Lista dei desideri.

Accedi